French (Fr)English (United Kingdom)

Umberto Pelizzari

Umberto

Dear friends freedivers,

I am truly happy that after so many years, the most important championship is back to Nice and Villefranche-sur-Mer. I am particularly bound to this city and to the freedivers here, and I sincerely say this. It is precisely in this city that in 1996 was organized the first team World Freediving Championship, not only for the few chosen, the record holders, but also for everybody else. I remember that this event was primarily a way for divers to meet for the first time, to face each other and talk about techniques, training methods and future ideas. If today freediving saw this "democratization" in competitions, it is through this first step. There were also in France, since 1992, something that would soon become the reference of freediving in the world: AIDA. AIDA is the reference of freediving that is "done", not "spoken". The freediving of freedivers, not politicians! Nobody believed what was to become this project! We were a group of friends, fans of freediving, even "crazy" about freediving, without a lot of resources, but with great passion and the desire to grow our sport, with a huge passion and ever no ending enthusiasm about this project.Therefore, Claude Chapuis, Roland Specker, myself and others, spent hours on the phone (unfortunately at the time email did not exist!) to confront us, to grow this "thing" we had in our hands. Thus was born AIDA! It is because of this idea that we now talk about feediving in dozens of countries around the world on every continent, with so many passionate people. I don't think I will be able to be there for the World Championship: I am committed to Greece for a documentary. But I wish you all the best for great results, I applaud the organizers of the event and, most importantly, I hope that during this event we can relive the atmosphere, the enthusiasm and the desire to be together, typical of the best freediving competitions.

Sincerely,

Umberto

 

Cari amici Apneisti,

 Sono felice che dopo tanti anni, la più importante gara di apnea sia tornata a Nizza e Saint Jean Cap Ferrat. Sono particolarmente affezionato a questa città e agli apneisti di questa città. E lo dico sinceramente. È stato proprio qui che nel 1996 si è organizzato il primo Campionato Mondiale di Apnea a Squadre che dava il via alle gare di apnea non solo per pochi eletti, i recordman, ma l'apnea per tutti. Mi ricordo che questo incontro era soprattutto il modo per gli apneisti di mettersi per la prima volta in contatto tra loro, di confrontarsi, di parlare di tecnica, di allenamenti, di idee future. Se oggi l'apnea ha avuto questa 'democratizzazione' a livello competizioni, è stato anche grazie a questo primo passo. Ma soprattutto è stato proprio a Nizza che qualche anno prima si muovevano i primi passi per creare quello che da lì a poco sarebbe diventato il massimo riferimento dell'apnea nel mondo: l'AIDA. Il massimo riferimento dell'apnea 'fatta', non parlata. L'apnea degli apneisti, non dei politici! Nessuno credeva a quello che sarebbe diventato questo progetto! Eravamo un gruppo di amici, appassionati di apnea, anzi 'pazzi' per l'apnea, senza molti mezzi, ma con tanta voglia di fare per far diventare grande la nostra disciplina, con una enorme passione ed un entusiasmo infinito su questo progetto. E così io, Claude Chapuis, Roland Specker e pochi altri, passavamo ore intere a telefono (purtroppo all'epoca l'email non esisteva!) a confrontarci, a far crescere questa 'cosa' che ci stava nascendo tra le mani. Così è nata l'AIDA! Ed è grazie a questa idea che ora si parla di apnea in decine e decine di paesi nel mondo intero, in tutti i continenti, con tante persone appassionate. Io non credo che potrò esserci a questo Mondiale: sono impegnato in Grecia per un documentario. Faccio però a tutti i miei migliori auguri per dei grandi risultati, i complimenti agli organizzatori per l'evento e soprattutto mi auguro che si possa rivivere in questa manifestazione l'atmosfera, l'entusiasmo e la voglia di stare insieme, tipica delle più belle gare di Apnea.

Un sincero saluto

Umberto

votrelogoLOGO NICE quadri_Hpvotrelogoregionvotrelogovotrelogovotrelogovotrelogo